Europee 2009: per una politica pulita

Basta truffe!

REFERENDUM: QUORUM NON RAGGIUNTO

 

«Gli italiani fanno schifo e l’Italia fa schifo perchè non vuole essere moderna. Hanno vinto quelli che vogliono vivere alle spalle degli altri»

Francesco Speroni, LEGA NORD, dopo aver appreso il risultato del referendum sulla devolution del 2006*.

 

Questi sono I PARTITI POLITICI: oggi mi serve il referendum? viva il referendum! bastardo chi mi vota contro! bastardo chi invita all’astensione!

Domani non voglio il referendum? Che ci vuole, faccio la campagna più aspra che si ricordi per incitare all’astensione, e a risultati ottenuti esulto come avessi vinto al Superenalotto.

 

E allora eccoli, sentite quegli stessi politici [dal Corriere della Sera]: «Anche nei momenti più difficili e drammatici, noi siamo capaci di vincere perché la gente è con noi» ha detto il leader del Carroccio Umberto Bossi. «Messa come l’avevano messa, il risultato del referendum è una nostra vittoria» è il commento di Roberto Calderoli.

Perché allora abbiamo fatto la campagna CONTRO L’ASTENSIONE fino all’ultimo secondo?

Per questo.

Perché l’astensione è la sconfitta della democrazia, e la vittoria dei partiti.

 

Siamo estremisti? No: guardate qui quanti vincitori per il risultato di oggi.

UNODUETRE

Abbiamo addirittura 3 PARTITI DIVERSISSIMI TRA LORO CHE SI AUTOCELEBRANO COME VINCITORI!

ma vi rendete conto?

 

e non è tutto.

Cos’altro avevamo detto? che qualche politico avrebbe sicuramente attaccato l’istituto del referendum. Magari addirittura qualche politico di un partito che ha preteso di votare il 21 e 22 giugno e sperperato centinaia di milioni di euro per questo.

Ebbene.

ROBERTO MARONI, ancora dal Corriere della Sera: «Mi riservo – ha annunciato il titolare del Viminale – di avanzare nei prossimi giorni» una proposta per «riformare l’articolo 75 della Costituzione e la legge attuativa dei referendum».

 

Gli italiani non fanno schifo. No.

Sono solo strumentalizzati, e devono imparare a non affidarsi sempre alla strada più breve e alle furberie.

Per non ritrovarsi con una sola strada, quella che ALTRI hanno scelto per loro, proprio quando avrebbero voluto percorrere l’altra.

 

COSTRUIAMO UNA POLITICA DIVERSA, UNA POLITICA PULITA.

 

 

*l’intuizione sulla famigerata dichiarazione di Speroni è di Antonello Piroso. Lo ringraziamo per averci dato l’ispirazione.

Annunci

22 giugno 2009 Posted by | Referendum | , , , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

REFERENDUM: CHE FARE? VOTARE, VOTARE, VOTARE!

 

Micromega pubblica in questi giorni un articolo che si esprime nettamente contro il referendum: potete leggerlo a questo link.

Rimaniamo stupiti dal titolo:

50 buoni motivi PER ASTENERSI.

PER ASTENERSI?!?!?!?

 

Senza entrare in polemica diretta con Micromega, vorremmo lanciare una “battaglia” di segno completamente opposto:

NOI VOTIAMO.

NOI VOTIAMO, anche quando siamo contrari.

NOI VOTIAMO, perché votare è diritto e dovere civico.

NOI VOTIAMO, perché VOTARE NO SIGNIFICA ESPRIMERE IL PROPRIO PUNTO DI VISTA, ma stare a casa significa delegare ad altri, disinteressarsi.

NOI VOTIAMO, perché crediamo che i cittadini vadano responsabilizzati, e votare significa prendere posizione, scegliere, perciò informarsi;

NOI VOTIAMO, perché il terzo quesito dovrebbe essere considerato un obiettivo minimo in una democrazia avanzata (e lo abbiamo già detto per le elezioni europee: le candidature multiple sono un raggiro!);

NOI VOTIAMO, perché non si può lamentare la disaffezione alla politica, il disinteresse generale, e poi usare l’astensione quando la si reputi UTILE: l’utilitarismo è l’arma dei qualunquisti, crea una società di indifferenti e egoisti, SEMPRE.

 

da oggi a domenica continueremo a occuparci di referendum (pubblicheremo anche le nostre intenzioni di voto)

e a invitare tutti i cittadini democratici e consapevoli che il potere è del popolo ad andare a votare.

 

intanto segnaliamo questo articolo, che spiega le ragioni del SI e del NO e i QUESITI su cui siamo chiamati a esprimerci.

16 giugno 2009 Posted by | Referendum | , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento